L'ASSE EREDITARIO


prospetto riassuntivo
presentare la successione la successione disciplina delle successioni l'asse ereditario imposte di successione prima casa moltiplicatori catastali calcolo imposte successione la voltura catastale t a r s u

visure catastali per successionevisure catastali per successionevisure catastali per successionevisure catastali per successionevisure catastali per successionevisure catastali per successionevisure catastali per successione

DA QUESTO SITO PUOI RICHIEDERE DIRETTAMENTE LE VISURE CATASTALI DA ALLEGARE ALLA SUCCESSIONE....scopri come fare!

► Successioni - ► Visure catastali - ► Ritorna alla home page


- Lo staff di architect designer bonarrigo è lieto di informarti che è attivo il nuovo forum dove potrai discutere con gli altri membri (chiedere e avere consigli) su alcune problematiche legate alla dichiarazione di successione. Se vuoi porre una tua domanda accedi al forum

Una volta che avrai avuto accesso al forum per inserire un tuo messaggio fai clik su: nuova discussione



AVVERTENZE: gli argomenti trattati andranno approfonditi dagli interessati richiedendo informazioni, presso uffici ed enti competenti. Gli argomenti trattati dovranno essere considerati esclusivamente come prime informazioni. Le informazioni sottoriportate non potranno essere prese come valide per intraprendere qualsiasi genere di azione.

L'ASSE EREDITARIO

Per piccole successioni (ad esempio l' esempio che riporto) non ci dovrebbero essere problemi ad individuare i vari immobili.

In altri casi tipici di grossi patrimoni potrebbe essere più difficoltoso risalire ai vari immobili, quindi potrebbero essere necessarie ricerche più approfondite presso il catasto e la conservatoria dei registri immbiliari, nonché potrebbe essere necessario richiedere informazioni a terze persone che conoscevano le proprietà del de cuius.

Comunque io sto impotizzando un caso abbastanza semplice con solamente due immobili da dichiarare in successione e cioé una casa ed un terreno.

Dunque continuiamo con la predisposizione del nostro asse ereditario. Abbiamo detto che in successione ricadranno una casa ed un terreno. A questo punto per richiedere le visure catastali da allegare alla successione possiamo procedere in due modi. Possiamo richiedere le visure conoscendo gli estremi catastali degli immobili (n° di foglio catastale, n° di particella/mappale ed eventuale subalterno; quest' ultimo solo per gli immobili urbani. Oppure se gli mmobili sono intestati in catasto al defunto possiamo procedere tramite una ricerca per nominativo.

RICERCA TRAMITE ESTREMI CATASTALI

Gli estremi catastali identificano univocamente un determinato immobile. Quindi abbiamo detto che dobbiamo conoscere il numero del foglio catastale, il numero della particella/mappale e l' eventuale subalterno.

Tali estremi sono riportati in genere su atti pubblici di compravendita, successioni, scritture private ecc. Potrebbe anche succedere che non conosciamo tali estremi e quindi non dobbiamo fare altro che recarci in catasto per controllare le mappe per risalire al numero della particella.

Per controllare le mappe dovremmo conoscere almeno il numero del foglio catastale. Se non conoscete il numero del foglio catastale vi consiglio di rivolgervi presso l' ufficio tecnico del comune in cui si trovano gli immobili per chiedere tale informazione. Una volta che conoscete il numero del foglio recatevi in catasto e chiedete il foglio, dopo di che controllando la mappa dovreste essere in grado di risalire anche al numero della particella per poi chiedere le visure.

RICERCA PER NOMINATIVO

La ricerca per nominativo vi consente di individuare tutti gli immobili intestati in catasto ad un determinato soggetto (in questo caso il de cuius). Come dicevo nella pagina precedente potete richiedere le visure anche attraverso questo sito. E' possibile richiederle subito. In alto a questa pagina sulla sinistra trovate il menù che vi consente di richiedere le visure in base ai dati in vostro possesso. Se tutto è regolare e gli immobili sono intestati al de cuius dovrebbero venir fuori dalla ricerca effettuata.

Ricordatevi che non tutti gli immobili che scaturiscono sono necessariamente o effettivamente di proprietà del de cuius Capita molto spesso infatti che mancate volture catastali di atti, successioni ecc. facciano si che in catasto risultino immobili magari già venduti in precedenza.

Quindi attenzione a ciò che potrebbe scaturire dalla ricerca e ricordatevi che in successione vanno inseriti solamente quegli immobili effettivamente di proprietà del de cuis e che potrebbero anche essere, per il motivo succitato, intestati anche ad altre persone o solamente ad altre persone.

Nel caso che alcuni immobili o anche tutti siano intestati ad altre persone sarà necessario allegare alla successione una dichiarazione sostitutiva da parte del dichiarante dove dichiarerà che gli immobili dichiarati in successione benché intestati ad altri erano effettivamente di proprietà del de cuisu. Attenzione a ciò che dichiarate perché le dichiarazioni false sono punite oltre che civilmente anche penalmente.

Nel nostro caso comunque supponiamo che tutto fosse in regola e che dunque sia la casa che il terreno siano intestati al de cuis.

CALCOLO DEL VALORE DELL' ASSE EREDITARIO

Supponiamo che ora siate in possesso delle visure catastali. A questo punto dobbiamo calcolare il valore dell' asse ereditario da dichiarare in successione. Come si fa? Semplicissimo! Abbiamo tutti i dati necessari per farlo e cioé la rendita catastale per quanto riguarda la casa ed il reddito dominicale per quanto concerne il terreno.

Per il calcolo del valore della casa non dobbiamo fare altro che prendere la rendita catastale e moltiplicarla per un coefficiente che attualmente può essere diverso a seconda che l' immobile sia prima casa o meno. Nel caso di prima casa il coefficiente è di 115,50, mentre in caso contrario risulta di 126. Supponendo una rendita catastale di 1.000 euro (e che l' immobile non sia prima casa) il valore sarà così calcolato:

1.000 x 126 = valore da dichiarare 126.000 euro

per il terreno procediamo in modo analogo solo che il coeficiente moltiplicatore è pari a 112,50. Supponendo un reddito dominicale di euro 100 il valore da dichiarare sarà così calcolato:

100 x 112,50 = 11.250 euro

Il nostro valore così calcolato sarà l' asse ereditario e quindi il patrimonio da dichiarare in successione e sul quale si pagheranno le varie imposte se dovute. Nel caso infatti che tra gli eredi vi sia almeno uno che usufruirà della casa ereditata come "prima casa" le imposte si pagheranno in maniera fissa. Se vuoi approfondire questa parte fai clik qui sopra.

Andiamo avanti nell' esempio. Sommando i due valori ottenuti otterremmo un valore di 137.250 euro. Questo dato dovremmo riportarlo nel famoso modello 4 che è il modello principale da compilare per la successione. Per continuare fai clik sul link sottostante.

- calcolo imposte

Bookmark and Share



rettifiche errori catastali

chi richiederà le visure dal nostro sito potrà usufruire del servizio successioni e voltura catastale a metà prezzo! Invece dei soliti 350 euro più iva pagherai solamente 250 euro + iva. Scopri come fare facendo clik qui sopra.

Vuoi affidarci l' icarico per redigere la successione e voltura in catasto?
Contattami al 02/5982568 - 360/4645460 - email: [email protected]
Costo successione + voltura in catasto 350 euro + iva 20%.
Per altre info sui costi, modalità di pagamento e tempi fai clik qui sopra.